Giovedì 26 maggio 2022, alle ore 17:00, presso il giardino attiguo all’ingresso del plesso di via Fondo di Gullo dell’I.C.S. “Michele Purrello” di San Gregorio di Catania, diretto dal dott. Andrea Saija, si è tenuta una cerimonia di commemorazione durante la quale è stata svelata una stele intitolata alle docenti Maria L’Abbate e Giovanna Costa, mancate in servizio nell’anno scolastico 2020-21, il cui disegno è stato realizzato dalla piccola alunna Vittoria Castro.

Presenti alla cerimonia i docenti promotori dell’evento Graziella Ferro e Christian Citraro, il collaboratore vicario prof.ssa Silvia Magrì, Il Sindaco dott. Carmelo Corsaro, gli assessori Giusi Lo Bianco e Giovanni Zappalà, il Parroco Don Ezio Coco, la Misericordia di San Gregorio di Catania, i docenti della scuola, le famiglie delle due insegnanti, gli ex alunni e tanti amici e conoscenti.

L’insegnante Graziella Ferro, durante la cerimonia, riferendosi alle due colleghe ha sottolineato: «Giovanna e Maria sono state colleghe meravigliose, che con la loro presenza silenziosa, la loro semplicità, la loro dedizione al lavoro, la loro lealtà, la loro modestia e la costante disponibilità sono state d’esempio a tutti noi. Sono riuscite a costruire intorno a loro stima, amicizia e tanto affetto. A volte, quando una persona ci è costantemente vicina, non ci si accorge di quanto sia realmente grande, le sue qualità ci sembrano una cosa normale, tanto riempiono la nostra vita ed è solo quando questa persona scompare che il vuoto ci piomba addosso e ci manca terribilmente tutto ciò che credevamo ci fosse dovuto, mentre invece era solo un Dono… ecco… conoscerle, lavorare con loro, condividere emozioni e tanti, tantissimi attimi sono i regali che Maria e Giovanna ci hanno lasciato».

La prof.ssa Magrì ha ricordato le colleghe per la loro grande professionalità ed umanità, ricordando il vuoto da loro lasciato.

Il sindaco Corsaro ha dichiarato: «Qualunque discorso in un momento come questo denso di commozione sarebbe fuori luogo. Nonostante il dolore immenso per la perdita di due donne e insegnanti straordinarie, qui si respira un clima di famiglia e si percepisce il grande senso di appartenenza di ognuno di noi. Tutta la comunità educante della Purrello è una grande famiglia e questo è bellissimo».

Il parroco don Ezio Coco, dopo la benedizione della stele, ha commentato: «È stato un momento molto partecipato soprattutto perché le due insegnanti hanno lasciato un solco e una testimonianza nel territorio, nella scuola e anche nel territorio».

Il collaboratore del dirigente Christian Citraro nella sua testimonianza ha affermato: «Nel contemplare il manifesto, non ho potuto fare a meno di notare l’espressione felice di entrambe; inconsciamente la mente è andata subito alla nostra professione, in particolare alla dedizione che caratterizzava entrambe nella quotidianità del proprio lavoro, trascorsa a formare nella loro lunga carriera e senza troppo clamore quello che gli esperti definiscono il “Capitale Umano”, quel bagaglio di conoscenze, abilità e capacità relazionali, che noi addetti ai lavori chiamiamo “competenze”, teso al raggiungimento degli imprescindibili obiettivi sociali ed economici. Un bene prezioso, che va protetto e coltivato con costanza, autentica ricchezza e valore aggiunto della collettività, nostro vero investimento sul futuro».

La cerimonia, molto partecipata e intrisa di commozione, dopo gli interventi dei familiari e dei docenti, si è conclusa con l’esecuzione del brano “Ninna nanna in re” di Francesca Incudine, cantato dagli alunni delle classi 3A e 3C di scuola primaria, diretti dalla maestra Manuela Patanè, e con un omaggio floreale.

La Referente Rapporti con il Territorio e la Stampa
Ins. Graziella Ferro


Luoghi

Plesso Fondo di Gullo

Via Fondo di Gullo, snc