A seguito dell’emergenza da Coronavirus (COVID-19), da marzo 2020 sono stati sospesi, su tutto il territorio nazionale, gli spettacoli di qualsiasi natura, inclusi quelli teatrali nelle scuole.
La pratica del teatro è un’attività formativa fondamentale poiché tende ad educare gli alunni alla comunicazione, alla socializzazione e all’apprendimento delle nozioni riguardanti l’ambito artistico e merita di essere considerata un momento didattico importantissimo, multimediale, polivalente. Pertanto il binomio “Teatro & Scuola” rappresenta un’opportunità pedagogica di altissimo valore.
Nell’ottica di tale visione nel corso di quest’anno scolastico, i nostri alunni hanno ripreso ad assistere a degli spettacoli teatrali.

Il 29 novembre 2021, in occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” che si celebra il 25 novembre, e l’8 marzo 2022, in occasione della “Giornata internazionale dei diritti della donna”, le classi 3A-3B e 3C-3D di scuola secondaria di primo grado hanno rispettivamente assistito allo spettacolo teatrale offerto dal Comune di San Gregorio di Catania dal titolo “Dicotomie”, scritto e interpretato dalle attrici Alice Sgroi e Roberta Amato.
La violenza contro le donne è, di fatto, una violazione dei diritti umani. Un tema cocente come quello del contrasto alla violenza di genere richiede un percorso di sensibilizzazione delle ragazze e dei ragazzi che parta dalla pubertà.
Le due attrici raccontano le storie di alcune donne che hanno rivoluzionato il modo di pensare di una società che fino a quel momento le aveva escluse. Durante lo spettacolo è stato precisato in più occasioni che la giornata della donna non è una festa ma l’occasione per riflettere sulla condizione delle donne. Al centro di questa rappresentazione ci sono tre donne: Rita Atria, Rosa Parks, Liliana Segre, le quali assieme alle molte altre che sono state nominate alla fine dello spettacolo, hanno contribuito a cambiare la storia soltanto con un gesto. Hanno deciso di voler abbattere le barriere che le tenevano prigioniere.
Lo spettacolo non è servito soltanto a raccontare le loro storie, ma a far capire l’importanza di questo giorno. A far capire che l’8 marzo non è soltanto “La festa delle donne” durante la quale fare gli auguri alla mamma, alla figlia, alla sorella o alla moglie, ma che è una data scelta per onorare il ricordo di tutte quelle donne che in passato hanno deciso di opporsi e lottare contro le discriminazioni e i pregiudizi.

Di seguito un resoconto completo dello spettacolo, a firma degli studenti della classe 3D di scuola secondaria di primo grado

Il 26 aprile 2022 gli studenti e le studentesse delle classi prime e seconde di scuola secondaria di primo grado hanno assistito allo spettacolo “La Roba”, a cura della Compagnia Teatrale “Buio in sala”.
Lo spettacolo, tratto dalla novella di Giovanni Verga, si snoda tra antichi canti di carrettieri siciliani, ninna nanne e danze popolari e si anima di umanità verghiana, tra giovani amori e lavori nei campi, nel ricordo degli anni passati a lavorare duramente, senza alcun affetto, subendo le angherie dei soprastanti. Anni a causa dei quali, cresce in Mazzarò, protagonista della novella, questo desiderio di riscatto che sfocia nella smania di possesso e nel desiderio di accumulare più ricchezze possibili tenendole solo per sé.

Il 27 aprile 2022 gli alunni delle classi terze, quarte e quinte di scuola primaria hanno assistito allo spettacolo teatrale “Cappuccetto Rosso – Indagini nel bosco” a cura della Compagnia Teatrale “Buio in sala”.
Lo spettacolo è una rivisitazione originale della fiaba classica. Nella pièce musicale, infatti, la piccola detective punta a conquistare il “Cappuccetto Rosso”, simbolo dei detective, per poter avere così la stima della Nonna. Dovrà però confrontarsi con il Lupo, suo eterno rivale, ma soprattutto dovrà risolvere un mistero che sta sconvolgendo la tranquilla vita del bosco. Una fiaba sulla collaborazione, sull’importanza del lavoro di squadra e sul rispetto per gli animali e per tutte le creature del pianeta, nonché sul valore dell’amicizia, con tanti momenti interattivi e canzoni originali.

L’11 maggio 2022 gli alunni delle classi prime e seconde di scuola primaria hanno assistito allo spettacolo “Hello”, a cura della compagnia “La Casa di Creta”. Lo spettacolo narra di due personaggi bizzarri che approdano nello stesso luogo. Cercano un posto dove vivere, vogliono costruirsi una casa, ma non c’è posto per due case in quel posto. A complicare la situazione c’è il fatto che hanno caratteri e modi di fare differenti e parlano lingue diverse, pertanto il dialogo diventa impossibile. Lo spettacolo “Hello” utilizza la lingua italiana e la lingua inglese, ma soprattutto i linguaggi mimo-clowneschi per parlare dell’accettazione della diversità e dell’importanza della cooperazione.

Gli allievi di scuola primaria e secondaria di primo grado hanno partecipato con molto entusiasmo a queste rappresentazioni teatrali e per loro è stato un ritorno alla normalità e alla libertà.

Tutte le rappresentazioni teatrali si sono tenute presso l’Auditorium Comunale “Carlo Alberto dalla Chiesa” in San Gregorio di Catania, messo a disposizione dall’Assessorato allo Sport, Turismo e Spettacolo.

La Referente Rapporti con il Territorio e la Stampa
Ins. Graziella Ferro

I docenti Funzione Strumentale Area 4 – Progettazione; Eventi, manifestazioni, visite guidate
Christian Citraro & Barbara Caravello